venerdì 1 luglio 2011

Quirra. L'agnello a due teste - RAI News 24 (Di Flaviano Masella)

Un agnello nato con due teste, nelle cui ossa sono state trovate "tracce di uranio non naturale", potrebbe confermare l'ipotesi che tra Perdasdefogu e Quirra siano state utilizzate armi con materiale radioattivo. Si tratta di un nuovo elemento di indagine per la Procura della Repubblica di Lanusei, che indaga sul presunto utilizzo nel poligono sardo di armi con uranio impoverito, e che le scorse settimane ha deciso di far riesumare una ventina di allevatori, morti fra il 1995 ed il 2010 a causa di tumori, per accertare se vi siano contaminazioni da sostanze radioattive.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

NOTA BENE: tutti i commenti sono sottoposti a moderazione e quindi non saranno subito leggibili. Evitate perciò di inviare un unico messaggio diverse volte. Grazie per la pazienza e la collaborazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.